E così viene Natale!

E come tutti non mi posso esimere, inanzi tutto dagli auguri di Buone Natale e poi…dal proporvi alcune “canzoncine”.


Natale è la nascita de Il Re dei Re (tra l’altro, film del 1961 che racconta la vita di Gesù) e quindi da un Re ad un Re (molto più terreno):
Elvis Presley Blue Christmas

(Nota personale: anche Natale, un periodo di certo festoso, può essere triste se la persona che amiamo non è qui con noi…)

e continuiamo con i nostri Re: un grandissimo crooner, uno di quei cantanti con la voce calda che cantano quasi sussurrando.
Lui è Nat King Cole con “The Christmas Song”

in due versioni, questa seconda molto più lunga:

(Nota personale: una voce calda, che scalda il cuore ideale per questi giorni di freddo.
La sua “Unforgettable“, è una pietra miliare della musica
una di quelle che fin dalla prima volta che la senti, io l’ho sentita verso i 10 anni: la senti; ti piace. Magari non capisci tutte le parole, ma lei è lì che ti scalda e ti fa star bene)

Cambiamo un po’ genere: qualche canzone “classica”
Bing Crosby con White Christmas

(Nota personale: un altro crooner molto famoso, che di solito leghiamo proprio canzoni natalizie. Ammetto di aver scelto il video più mieloso e natalizio che ho trovato…ma infondo è natale: siate buoni! ^_^ )

altro “must” natalizio questa volta la bella e brava Enya: We Wish You a Merry Christmas (ATTENTI: il volume è un po’ alto)

(Nota Personale: Enya, e la sua bella voce, l’ho scoperta con “Caribbean Blue” e “ Orinoco Flow“.
Vi ricordate il video di quest’ultima? completamente “ridipinto a mano”
e in Caribbean Blue si vede ancora meglio questo effetto
)

Però…cos’è il classico? queste canzoni di natale noi le abbiamo sentite, sempre, quando eravamo bimbi, le abbiamo anche cantate (in italiano) e poi?
Poi qualcosa è cambiato, siamo cambiati noi, è cambiato il mondo…tant’è che se adesso pensiamo a dei classici o dei “tormentoni” di natale pensiamo a

oppure

Nell’ordine Wham! con “Last Christmas” e Mariah Carey con “All I Want For Christmas Is You”
(Nota personale: la prima, non so voi, ma io non riesco più a sentirla! ormai la odio quasi come il diavolo odia l’acqua santa.
E allora perché proporla? perché sono un piccolo diavoletto.
Che dire di Mariah? è bella, è brava, ha una voce potente, speriamo di trovarla sotto l’albero sarebbe veramente un regalo diverso dal solito! ^_^
P.S. Invidio molto il Babbo Natale del video…)

Facciamo una capatina nel rock, loro non hanno bisogno di presentazioni.
Sono U2 con “It’s Christmas (Baby Please Come Home)”

(Nota Personale: certo che di Natale, ok per i buoni sentimenti, ma anche il tema dell’abbandono è molto trattato.)

E finiamo, la parte sensata delle canzoni di Natale, con un pensiero per le persone meno fortunate di noi
questa è la super formazione inglese/irlandese Band Aid: “Do they know it’s christmas?”

(Nota personale: vi ricorda USA for Africa? l’idea è simile e spinta degli stessi ideali. L’ideatore è Bob Geldof l’anno era il 1984, l’anno di un noto libro e dell’introduzione dei computer della mela.
Qui trovate tutto sul progetto Band Aid: http://it.wikipedia.org/wiki/Band_Aid)

Bene, e adesso facciamo i cattivi!
Distruggiamo tutto quello che abbiamo creato di buono con queste canzoni e andiamo a Sud…anzi a South Park
Il maestro Mr Garrison ci canta una canzone che ci ricorda che il natale non viene festeggiato in tutto il mondo:
Merry fucking christmas

purtroppo la versione con il video originale è disponibile solo con alcune parti in russo!

(NOTA 20080504: video rimosso da youtube)

(Nota personale: questa canzone fa parte di uno special di South Park sul Natale di cui trovate anche la canzone di natale di Hitler(!)
ed è presentata da Mr Hankey…la cacchina di natale!)

Continuiamo con Olmo!

E concludiamo con ben tre brani di Elio e le storie tese:

Presepe imminente
(qualche “nudo” verso la fine, scusatemi…)

Natale allo zenzero

Christmas with the yours

(Note Personali: Elio e le storie tese sono sempre grandissimi! Il secondo video è il promo del film di 30 minuti fatto qualche anno fa da Radio Deejay,
“Natale a casa Deejay”, rilettura di Scrooge di Dickens, la storia di quell’uomo che viene visitato dallo spirito del natale di ieri, oggi e domani)

Che aggiungere di più!

BUON NATALE RAGAAAAAA!

P.S.
La prima riga di questo L’ascolto del venerdì è una canzone di Zucchero, o meglio Adelmo e i suoi Sorapis: E così viene Natale!
di cui non ho trovato nulla se non il testo, facile da rintracciare con Google!

Annunci