Oggi è sabato 20 settembre e mio cellulare sembra impazzito.

In parte perché sono in reperibilità, ogni tanto mi tocca farlo, e molto più importante, perché un paio di persone stanno pedalando lungo una pista ciclabile…che per ora deve ancora essere finita.

Proprio così questo post è ispirato da voi due.

Dai circa 30 Km del vostro tracciato, dalla bella chiacchierata che ci siamo fatti al punto di ritrovo vicino a casa mia (un po’ di meritato riposo), dalla bella giornata, dal pranzo al sacco che vi aspettava (da quello che ho capito molto apprezzato soprattuto il panino con la frittarta) e non ultimo “nonno felice” che ha fatto tutto il tragitto.

Come descrivere tutto questo?

Queen “Bicycle Race (I want to ride my bicycle)”

(Nota personale: Naturalmente le ragazze nude non sono incluse)

o se vogliamo rimanere in terra italiana Francesco Baccini con i Ladri di Biciclette “Sotto questo sole”

(Nota personale: vi prego di notare il gesto sportivo del passaggio della borraccia, che si rifa a quello accaduto tra i due campionissimi di sempre Gino Bartali e Fausto Coppi. Citati in ordine alfabetico)

oppure Max Gazzé e Niccolò Fabi in “Vento d’estate”

anche se le bici centrano poco,  tranne il tandem del video.

Che dire?

Complimenti vivissimi a tutti i partecipanti. Invidio la vostra forza volontà, la prestanza fisica e la naturale simpatia che si respirava in quel prato…però io continuo a preferire altri tipi di corse, Yello “The race”

Però la bici è tutto un altro mondo, mi piacerebbe se non ci fosse tutta quella fatica.

Al prossimo venerdì!