Continuiamo a parlare di Peanuts, il personaggio di questa settimana nel corso di pochi anni, è riuscito a raggiungere traguardi evolutivi che per altri hanno richiesto millenni.Sto parlando di Snoopy il cane di Charlie Brown, il quale esordisce come quadrupede per poi diventare pibede nel giro di pochissimo tempo.

Snoopy

Snoopy in posizione eretta

Ma il balzo evolutivo non è assolutamente la caratteristica prioritaria del nostro amico Snoopy, che nell’arco dei 50 anni di vita delle strisce di Schulz è diventato uno dei personaggi dei fumetti più famosi del mondo.

Personalmente credo che l’autore, con Snoopy abbia raggiunto l’apice della propria creatività ai limiti del visionario.

Approfittando dello status di “non umano” il nostro bracchetto guarda gli altri personaggi “dall’esterno”, non comunica direttamente con loro in quanto incapace di parlare, ma i lettori delle strisce hanno il privilegio di leggere i suoi pensieri, che forniscono spesso delle chiavi di lettura surreali delle vicende narrate.

Invidio molto Snoopy che pur trascorrendo gran parte delle sue giornate dormendo sul tetto della cuccia, e quindi senza bisogno di nessun tipo di allenamento, eccelle in qualunque tipo di attività sportiva (é l’unico atleta valido della squadra di baseball di Charlie Brown )

Pero’ forse lui invidia un po me, infatti nutre una grande passione per la scrittura, e seduto sopra il tetto della sua cuccia in compagnia di una macchina da scrivere lavora al suo romanzo, senza mai trovare un editore disposto a pubblicarlo. Io invece ho trovato Antonio e “l’ascolto del Venerdì” :-D.

Se siete curiosi di vedere la versione manga disegnata da gNAW, vi accontento subito:

Snoopy e i suoi fratelli in versione manga

Snoopy in versione manga

Una delle caratteristiche più originali di Snoopy sono le sue “identità parallele, infatti in varie occasioni il nostro bracchetto lavorando con la fantasia si trasforma in vari personaggi, fra i quali è interessante ricordare:

  • L’asso della prima guerra mondiale: un pilota di aerei perennemente in battaglia contro il barone rosso (da notare che il suo aereo Camel
    Sopwith è in realtà la cuccia).
  • Joe Cool:  eterno studente universitario poco impegnato sui libri, che si atteggia a “gran figo” indossando un maglioncino ed un paio di occhiali da sole.

Ed è proprio Joe Cool il protagonista del video di questa settimana:

Adoro la canzoncina !!!, vorrei che fosse anche la mia “colonna sonora” 😀 .

A questo punto mi resta che augurarvi una settimana “cool” e darvi appuntamento a venerdì prossimo.

Ciao a tutti!

Roberto

Annunci