Di solito al ristorante il “piatto forte” arriva sempre verso la fine, io anche se questo mio “ristorante” offre solo bagigi, ho deciso di mantenere questa abitudine.

Quindi dopo più di un mese, vi parlo di Charlie Brown, il protagonista principale delle strisce di Schulz, che lo ha creato “a sua immagine”, fornendogli il suo stesso nome, e condendone la vita con episodi autobiografici.

Abusando di una terminologia da adolescenti, potremmo definire Charlie Brown uno “sfigato”, ma tale definizione non rende assolutamente giustizia alla complessità psicologica del personaggio.

Charlie Brown

Charlie Brown

Charlie Brown è effettivamente un bambino mediocre, sia nel rendimento scolastico che nello sport, per non parlare del suo carattere timido, insicuro ed indeciso. Ma è anche tormentato da problemi tipici degli adulti, come: la perdita dei capelli, l’amore non corrisposto (nei confronti della ragazzina dai capelli rossi, a proposito: domani sarà San Valentino, auguri a tutti gli innamorati), la necessità di consultare un analista (presso lo studio/chioschetto di Lucy) ed un generale senso di inadeguatezza nei confronti della vita.

Nonostante tutto questo, il nostro “ciccio” (così lo chiama Piperita Patty, “chuck” nella versione originale), non perde mai la speranza, continua a sognare di baciare la ragazzina dai capelli rossi, allena la squadra di baseball prendendosi sempre la colpa di ogni sconfitta (anche se in realtà nessuno dei suoi giocatori si impegna veramente), costruisce nuovi aquiloni senza mai riuscire a farli volare (perchè vengono sempre catturati da un albero “mangiaquiloni”), rispetta i valori fondamentali della famiglia e dell’amicizia ed in generale affronta le sfide con entusiasmo, nonostante sia sempre destinato ad uscirne sconfitto.

Credo che nella vita di Charles (l’unica che lo chiama con il solo nome di battesimo é Marcie l’amica secchiona di Piperita Patty), siano condensate le difficoltà, le inquietudini, le sconfitte di noi tutti, ed suo modo di subirle e affrontarle lo rende simpatico.

Vi ho già mostrato 2 volte, negli articoli dedicati a Lucy e Linus, la versione manga di Charlie Brown firmata gNAW, quindi stavolta non mi ripeto per la terza volta, ma propongo la ragazzina dai capelli rossi (Charlie Brown compare sono in versione “schizzo a matita”):

La ragazzina dai capelli rossi e Charlie Brown visti da gNAW

La ragazzina dai capelli rossi e Charlie Brown visti da gNAW

E Sally, la sorellina di Charlie Brown:

Sally, Charlie Brown e Ripresa visti da gNAW

Sally, Charlie Brown e RipresaVan Pelt visti da gNAW

Nel video che propongo questa settimana, possiamo ammirare Charlie Brown alle prese con aquiloni e alberi mangiaquiloni:

Adesso provate voi a far volare qualche aquilone, poi venerdì mi farete sapere.

Ciao a tutti

Roberto

Annunci