Oramai sono usciti!

Qualcuno s’è preso tutti i nostri sogni; ma con loro anche molte preoccupazioni.

Intendiamoci, verso questo fortunato single di 47-48 anni, questo il suo identikit, un po’ di invidia la provo, credo sia normale, ma provo anche molta compassione.

Compassione perché si dovrà sentire braccato. Braccato dai parenti, dalla gente del paese, dal sindaco che già ha chiesto che investa nel suo paesello di 2000 anime, dalle zitelle dello stesso (ma ragazze benedette, non ve lo siete filato neppure di striscio fino all’età di 47-48 anni e adesso senza neppure conoscerlo ve lo volete sposare, ma insomma!) e non ultimo braccato anche dalla mafia.

Io me lo immagino un po’ come Lino Banfi nel film “Al bar dello sport”.

In quel film, Lino, faceva un tredici miliardario al Totocalcio e dopo l’iniziale esultanza, che sicuramente ha avuto anche il nostro single di 47-48 anni,

per lui iniziava un’odissea, di cui il video del povero Capone è solo il preludio

Preludio di cui trovo l’eco nelle parole del sindaco e delle zitelle del paesello di Bagnone.

Ah, ne approfitto per buttare li un’idea che ne dite di un remake aggiornato ai tempi nostri,  in cui questa volta la valanga di soldi deriva, giustamente, dal SuperEnalotto o da un altro nuovo gioco multimilionario? Sarebbe interessante no?

Spero che al nostro single di 47-48 anni non capiti nessuna delle disavventure di Lino nel film, però una cosa gli vorrei ricordare, una piccola canzone di Gilberto Mazzi direttamente dagli anni d’oro; e se li chiamano così qualcosa vuol pur dire

“Mille lire al mese”

Le cose semplici danno la felicità.

Auguri di cuore.

E noi…

Al prossimo venerdì, con altre musiche ma sempre gli stessi Sogni.

P.S.

Proprio oggi, alla ricevitoria dove è stato giocato il fortunato tagliandino, è giunta la telefonata di un’altra persona che dice di essere il vincitore. Quindi forse non si tratta di un fantomatico single di 47-48 anni…con buona pace per le zitelle del paesello!

Annunci