Le ultime settimane a lavoro sono state pesanti. Per vari motivi, ed in varie occasioni, mi sono trovato nella condizione di dover sistemare delle situazioni che erano state progettate in maniera “approssimativa” da altri ma anche da me stesso in un periodo nel quale avevo meno esperienza e “lungimiranza”.

Tale lavoro di sistemazione è sempre molto ingrato, perchè si fatica parecchio, non per ottenere un miglioramento, ma per rimediare a qualche “magagna imprevista”.

Inoltre rimane l’amaro in bocca perchè è molto difficile sistemare dei problemi che nascono imprevisti, e viene sempre da chiedersi “… Ma perchè non ci avevo pensato prima? …” e a volte seguono parole “irriferibili” (che spesso nei fumetti vengono rappresentate con: punti esclamativi, teschi, fulmini e altri disegnini strani, come questi🙂

Devo dire che ritrovadomi a dover lottare contro questi “fantasmi del passsaro” ho imparato una lezione davvero importante,che voglio condividere con voi (e credo abbiate già sentito):

“Tutti i nodi vengono al pettine”.

E per ricordare bene questa massima vi lascio in compagnia di alcuni artisti “che con il pettine ci litigano spesso”:

Bob Marley con One love:

Cosa dire del leggendario Bob Marley, nulla se non che la sua chioma lunga e incolta non era un vezzo alla moda, ma un voto religioso determinato dalla sua adesione Rastafarianesimo.

Ma se vogliamo parlare di “capelloni” senza scomodare gli artisti stranieri, dobbiamo assolutamente  ricordare Angelo Branduardi con Alla fiera dell’est:

Se la melodia del nostro “menestrello” vi è piaciuta e la volete ascoltare come l’ascolterebbe la Regina Elisabetta II,  eccovi accontentati:

Ma ritorniamo in Italia, anzi più precisamente in Puglia con Caparezza (un nome un programma ):

Un altro divo nostrano dalla chioma leonina potrebbe essere Max Gazze con il suo ultimiolavoro: Mentre dormi:

Di Max ricordo benissimo un duetto con Niccolò Fabi, il quale smbra decisamente troppo coinvolto sentimentalmente con i proprio capelli:

Se il brano di Fabi non vi dovessere aver convinto, vi propongo la parodia firmata: Stefano Nosei:

A questo punto mi raccomando, quando fate qualsiasi cosa ricordatevi delle ripercussioni che potranno esserci nel futuro per voi e per gli altri.

… Ah dimenticavo, se volete sapere com’è andato l’esame di inglese dovete aspettare la settimana prossima quando sosterrò la prova orale e mi sarà comunicato il risultato😉

Ciao a tutti

Roberto