La settimana scorsa, per una serie di motivazioni di ordine esoterico, mi  sono ritrovato a ricoprire un ruolo per me insolito.

quello del CUOCO, infatti per sopravvivere mi sono dovuto mettere dietro i fornelli.

Secondo voi che tipo di cuoco sono stato?

Così:

oppure così?:

Per permettervi di giudicare provo a riproporvi il piatto che ho preparato:

Petti di pollo al vino bianco con pomodorini
Ingredienti: 2 petti di pollo, olio, rosmarino, vino bianco, alcuni pomodorini.

Preparazione: Stendere un velo d’olio su una padella antiaderente, posizionare i petti di pollo con i pomodorini tagliati a metà ed il rosmarino ed iniziare a rosolarli.
Aggiungere mezzo bicchiere di vino bianco, coprire la padella e cuocere a fuoco medio. Girare ogni tanto i petti di pollo per avere una cottura uniforme.

Nel mio caso i due petti provengono dai seguenti animali:

La gallina di Cochi e Renato “La gallina”:

Il funky gallo di Zucchero “Per colpa di chi”:

Quale contorno per accompagnare questa prelibatezza?

Dei semplici Spinaci al burro
Ingredienti: Spinaci surgelati  cubetti (lo so, lo so un vero cuoco non usa queste cose, ma non avevo tempo!!! ;-)), una noce di burro, uno spichio d’aglio.

Preparazione:  Mettere i cubetti su una pentola antiaderente, iniziare a scaldarli, aggiungere lo spicchio d’aglio la noce di burro. mescolare il tutto finchè il burro si scioglie.

Il mio pusher di spinaci non può che essere il grande  Braccio di Ferro:

Che ne dite?

vi è piaciuta la mia cucina “essenziale”?

Lo so benissimo di non aver preparato nulla di speciale, ma ho fatto un primo passo nel mondo della cucina, e come sapete a volte anche un piccolo passo ….

Ora vi devo lasciare, vado a mangiare …
… al RISTORANTE😉

Ci vediamo venerdì prossimo.

Ciao a tutti

Roberto