Non l’ho mai fatto prima, ma c’è sempre una prima volta.Ebbene per oggi ho deciso di ritornare sullo stesso argomento della settimana scorsa: LA CROCIERA

Per prima cosa volevo dirvi che  certi spot pubblicitari descrivono perfettamente lo stato d’animo di chi ritorna:
(ovviamente il fatto che la crociera alla quale ho partecipato fosse a bordo di una nave MSC anzichè Costa non cambia assolutamente le cose)

Ma è assolutamente inutile continuare a “piangere sul latte versato”, preferisco ricordare assieme a voi alcuni momenti di questa mia esperienza.

Devo dire che sono stato molto orgoglioso di aver navigato per una settimana su una nave che disloca una stazza di 95.000 tonnellate.

E’ sempre stato un mio sogno salire su una grande nave, come una portaerei, e fra le imbarcazioni sulle quali sono mai salito, la MSC Magnifica è quella che maggiormente ci assomiglia 😉

A parte il fascino della nave, la crociera mi ha dato modo di praticare molte attività che amo moltissimo,come il ballo, ed in particolar modo:

la Bachata

Il Cha Cha Cha

La Mazurka

Il  Valzer Lento

(Il video è girato su un’altra nave della flotta MSC la Musica!)

Inoltre è stato bello praticare dell’attività fisica nell’ottima palestra che si trovava a prua nel ponte più alto.

Pensate che ho persino avuto  modo di guardare la tv per qualche minuto, ed ho notato che veniva trasmesso lo Zecchino d’oro.  Nel vedere i piccoli partecipanti ed il coro che interpretavano le varie canzoni, mi è venuta in mente l’indimenticabile Mariele Ventre, la fondatrice del Piccolo Coro del Antoniano, scomparsa circa 15 anni fa:

Finisce così questo secondo articolo dedicato alla crociera alla quale ho avuto modo di partecipare, mi rendo conto di averci messo dentro le cose più disparate: un pizzico di nostalgia, una portaerei nucleare, balli da sala e latino americani, il ricordo di una persona fantastica. Il tutto unificato dal MARE, che con la sua immensità ci circonda e trasporta le nostre navi ma anche i nostri sogni, le nostre aspirazioni e le nostre anime.

E il mare concederà agli uomini nuove speranze, come il sonno porta i sogni.
Cristoforo Colombo

A Venerdì prossimo.

Ciao a tutti.

Roberto.