Esistono dei luoghi che nessuno ama molto frequentare (esclusi pochissimi casi) tranne quando si è in situazioni di estremo bisogno …

… sto parlando degli ospedali!

Infatti nessuno ama andarci, tranne quando nascono “nuovi bambini” (a proposito TANTI AUGURI a Mari e alla sua piccola Anna), ma quando si sta male sono l’unico posto dove trovare cure e assistenza.

Ora vi chiederete: “Ma perchè mai parlare di ospedali?”,
la risposta è semplice:
QuesTa settimana, per motivi “vari ed eventuali”, ci sono dovuto andare quasi tuttI i giorni, per fare visita ad uNa persona che mi è molto carA,  e poi per fare una risonanza magnetica.

Tutto questo parlare di ospedali mi ha fatto venire in mente alcune serie tv:

E.R.  – Medici in prima linea il “telefilm ospedaliero” per eccellenza, dove i medici oltre ad una preparazione da premi nobel hanno tutti una presenza da “fotomodelli”:

Sempre rimanendo nel filone dei medici che pensano più alla vita sentimentale che  a quella professionale, non possiamo dimenticare Grey’s Anatomy:

Merita una menizone anche il surreale e squinternato Scrubs:

E se al posto di un ospedale moderno vi accontentate di un ospedale militare da campo, potete ricordare anche M.A.S.H.

Ma lasciamo perdere i “telefilm ospedalieri” e parliamo dell’esperienza della risonanza magnetica, innanzitutto il macchinario nel quale mi hanno infilato ricorda quello necessario a trasfomare il dottor David Bruce Banner nell’ Incredibile Hulk🙂

E poi devo dire che, fra le esperienze che ho vissuto, credo sia quella che più assomiglia ad essere sepolto vivo, infatto sono dovuto rimanere circa 15 minuti immobile dentro un “tubo” che mi conteneva a malapena, e la situazione mi ha fatto ricordare un racconto del grande Edgar Allan Poe “Una sepoltura prematura” che potete leggere per intero qui, mentre da un punto di vista musicale ho pensato al brano “Coma” dei Guns N’ Roses:

Adesso però vi devo lasciare, ma se penso che, come al solito, molto probabilmente nessuno commenterà questo articolo (e nemmeno quello di Antonio), inizio a diventare verde e la camicia si fa stretta😉 ….

A venerdì prossimo.

Ciao a tutti

Roberto.