Eccoli lì tutti a dire che mi sono dimenticato di pubblicare l’articolo. Quanta poca fiducia che avete!

Siamo alla fine del terzo anno di blog. Siamo all’ultimo dell’anno. È l’ultimo venerdì dell’anno; il bilancio deve essere fatto, e visto che posso pubblicarlo a pochi secondi dal nuovo anno non mi faccio scappare questa possibilità!

Naturalmente buon anno nuovo.  E speriamo che il 2011 sia più clemente con tutti.

Numero di visite quest’anno: 29.300 (click più click meno)

Il blog, anche per come è strutturato, pian piano sta aumentando le sue visite e per tutto quest’anno  non è mai sceso sotto le 1.600 visite mensili. Anzi in ben 8 mesi abbiamo superato quota 2.000!

Record di visite: 611 il 18 Novembre 2010.

E qui dobbiamo dire un piccolo grazie anche a Facebook, visto che attorno a Novembre qualcuno lanciò l’idea di cambiare le foto del profilo con le immagini dei cartoons; così alcuni di voi hanno scoperto i bei articoli di Roberto sui cartoons di quand’era piccolo.

Nell’immagina seguente l’andamento delle visite negli ultimi 3 anni:

Andamento del blog dalla sua creazione

Andamento del blog dalla sua creazione

 

 

 

 

 

L’anno scorso, 2009, mi incuriosivano i dati dei mesi si luglio e agosto; li reputavo alti visto che si tratta di mesi estivi in cui la gente dovrebbe essere lontana dai PC. In ferie.

Quest’anno abbiamo una crescita anche in questi mesi, siamo passati dalle 1.300-1.400 visite dello scorso anno alle 1.900-2.100 di questo. Mi chiedo se oltre ad essere rimasti in casa per colpa della crisi, qualcuno di voi non ci abbia letto anche dal posto di villeggiatura magari con il proprio cellulare o portatilino o tablet.

Come sempre grazie a tutti, anche a quei minuscoli punti (vedi mappa sulla barra qui a destra) in Nuova Zelanda, dalle Mauritius (quel puntino davanti a Madagascar) e da quelle isolette per noi magiche che sono le Hawaii.

Numero di post pubblicati: 119 con questo.

I 10 post più letti

Al decimo posto, uno dei tanti post che compongono quell’opera omnia che mi perseguiterà ancora per un bel po’ il prossimo anno: Le migliori 500 canzoni di sempre (da 81 a 100).

Al nono posto, indovinate un po’: Le migliori 500 canzoni di sempre (da 1 a 20) esatto! Un’altra parte del classificone pensato dalla rivista Rolling Stone.

All’ottavo si piazza la parte meno curata, tutta colpa mia, del sito: il nostro Indice! Dovrei seguirlo un po’ meglio!

Al settimo, Le dieci migliori canzoni da film. Insomma, pare proprio che in questa classifica ci sia spazio solo per le classifiche!

Articolo di cui purtroppo molti video non sono più disponibili ne al momento rintracciabili! Peccato!

Al sesto posto Musica del mondo un articolo dedicato a quel genere di musica che rielabora gli stili e le canzoni di popolazioni indigene a noi geograficamente distanti. In alcuni casi, i musicisti devolvono parte dei loro introiti a favore di quelle popolazioni.

Deep Forest “Marta’s Song”

Al quinto, Le migliori 500 canzoni di sempre (da 21 a 40). Che dire…

Bruce Springsteen “Born To Run”

Al quarto made in japan (7). L’articolo che Roberto ha dedicato a Capitan Harlock.

Articolo non molto amato da Roberto, che per quante volte ci ritorni a mettere le mani lo trova sempre migliorabile, ma che a novembre ha segnato ben 310 visite.

Al terzo posto, I migliori 25 riff di chitarra. I riff di chitarra hanno sempre il loro fascino! Piccola curiosità, l’altr’anno grazie a questo post fui insultato da una persona che ora giace sommessamente nel fondo del bidone dello spam, mentre quest’anno ho potuto scambiare due battute con un  nostro commentatore.

Steppenwolf  “Born to be wild”

Al secondo posto, basta non ne possiamo più: Le migliori 500 canzoni di sempre (da 121 a 140).

Ben E King “Stand by me”

Mentre al primo posto, troviamo la nostra Home page! Molti di voi arrivano nel nostro blog direttamente sulla pagina principale. Forse ci avete posto tra i preferiti: grazie!

Referente (cioè il sito dal quale provengono le visite)

Facebook, che l’anno scorso la faceva da padrone, quest’oggi è al secondo posto con 188 referenze, mentre al primo posto c’è search.conduit.com; che da quello che ho capito non è un semplice sito che usa Google come motore di ricerca, ma una vera e propria azienda che si occupa di realizzare apps, pubblicità via internet e quant’altro! Una scoperta interessante!

A seguire c’è Google, con ben 11 referenze da Google Reader e poi la valanga di tag dei nostri post, acceduti tramite it.wordpress.com.

Bene, mi fermo qui.

Così si conclude il terzo anno di vita di questo blog. Vedremo nel 2011 cosa saremo capaci di realizzate.

Al prossimo venerdì.