Amici?
I greci dicevano, non esistono amici.

Pino Pavone, di cui è difficile trovare anche delle informazioni biografiche, è uno dei tanti bravi e sconosciuti cantanti e autori italiani. La sua discografia è composta da due soli album, il primo “Maledetti amici” del 1990 gli valse il premio Targa Tenco per l’opera prima nel 1992, il secondo “Notizie” è del 1995.

“Maledetti amici”

 

I maledetti amici a cui si riferisce Pino, sono altri compositori e cantanti come lui, amici che hanno fatto un pezzo di strada artistica con lui. Tra tutti Piero Ciampi, con cui Pino ha collaborato e scritto alcuni brani e a cui ha dedicato più di un lavoro.

Sempre da “Maledetti amici” vi propongo

“Domani si sposa mia moglie”

 

Qui in un duetto con Mariella Nava; ma anche altri interpreti hanno cantato sue canzoni: Ombretta Colli, Rossana Casale, Patty Pravo e Gianni Morandi.

Lo stile di Pino presenta quelle che io definisco sonorità francesi e i testi sono elaborati come si sentono in alcune canzone di famosi chansonnier d’oltralpe ma che si possono ritrovare in alcuni dei suoi maledetti amici.

Amici, un detto greco dice che non ci sono amici. Ma a noi cosa importa dei greci.

Al prossimo venerdì.