Riprendiamo la nostra scoperta dei vincitori della Targa Tenco come opera prima.

Siamo nel 1994, e il premio viene assegnato al gruppo napoletano Almamegretta (alma, anima, megretta, in migrazione). Gruppo nato nel 1988, fondato dal batterista Gennaro T (Gennaro Tesone), che fa gavetta nei locali di Napoli.

Il disco che li porterà a vincere il premio è “Animamigrante”. Anche se è un’opera prima, come spesso accade per i gruppi con una lunga gavetta, presenta una sonorità ben definita e pezzi che fanno parte della storia del gruppo:

“Figli di Annibale”, qui cantata da Raiz, voce del gruppo “solo” dal 1991 al 2003

E naturalmente la title track “Animamigrante”

Durante la lavorazione di questo album incontrano Stefano Facchielli (D.RaD), che entrerà nel gruppo e verrà considerato come il creatore del sound degli Alma, un pezzo del disco successivo “Sanacore” ebbe un discreto successo anche come single:

“Nun te scurdà”

Stefano, morirà in un incidente stradale nel 2004.

La tragica perdita di D.RaD, avvenuta durante il tour del 2004,  metterà in dubbio addirittura la continuazione dell’esistenza del gruppo.

La band ha al suo attivo 10 album più due live. E nel 2011 ha festeggiato i 20 anni di attività. Per l’occasione in alcune serate del tour Raiz era presente sul palco.

Al concerto del Primo Maggio del 2012 gli Almamegretta e Raiz si sono esibiti sul palco riproponendo alcuni loro successi:

Al prossimo venerdì.