6 maggio 2012

Fabio Concato Domenica bestiale

Domenica scorsa è stata una domenica particolare, … forse non “bestiale” come quella di cui parla Fabio Concato, ma sicuramente intensa.

La mia citta (Jesolo) si era vestita a festa per accogliere i Carabinieri, che si erano dati convegno nella cittadina del veneziano per il raduno dell’associazione nazionale.

Come avrete saputo il raduno ed i relativi festeggiamenti non si sono svolti a causa del drammatico incidente stradale, nel quale hanno trovato la morte 5 persone che stavano arrivando in Pullman da Aprilia.
Alle vittime ed in generale a tutti i Carabinieri che lavorano con dedizione e spirito di sacrificio per garantire la sicurezza di tutti, dedico l’intensa Signor tenente di Giorgio Faletti

Si è invece svolta regolarmente la Festa Diocesana dei giovani, un’occasione che ha permesso a circa 6000 ragazzi, provenienti da tutto il triveneto, di stare insieme e confrontarsi su temi della fede ed incontrare il Patriarca di Venezia.

Mi sembra positivo che venga data ai giovani l’occasione di fare qualcosa di diverso da: ubriacarsi, drogarsi, compiere atti vandalici oppure rin…citrullirsi davanti ad un pc connessi a facebook, mi fa venire in mente che esiste Un’altra umanità come cantato dai Gen Rosso

Ma non è finita qui, abbiamo anche avuto il primo turno delle elezioni per il rinnovo del consiglio comunale, ed il candidato che ha ottenuto il maggior numero di voti era sostenuto da quasi tutti i partiti che costituiscono l’arco costituzionale: PDL, PD e UDC.
Se fra due settimane dovesse vincere il ballottaggio, avremmo un sindaco sia Democristiano che Comunista e quindi sarebbe impossibile replicare le gesta di Don Cammillo e Peppone!

Nonostante l’attenzione del mondo fosse catalizzata sulle sorti delle competizione elettorale jesolana😉, si deve ricordare che anche in Francia si è svolto l’ultimo turno delle elezioni presidenziali, che hanno visto l’elezione alla carica di presidente di Francois Hollande, e la sconfitta del precedente inquilino dell’Eliseo: Nicolas Sarkozy, al quale non rimane che la bella (ed italiana) moglie per “consolarsi”:
Simone CristicchiMeno male

Come se non bastasse, in serata ho appreso che, in virtù della vittoria della Juventus sul Cagliari per 2-0 e della contemporanea sconfitta del Milan nel derby della madonnina per 4-2, la Juventus si è laureata CAMPIONE D’ITALIA per la 28-esima volta (personalmente anche se amo la squadra bianconera gli scudetti sporcati da Luciano Moggi io non li voglio!), quindi diamo voce a
Paolo Belli con l’inno ufficiale della Vecchia signora: Juve storia di un grande amore

Bene, ho finito, ora vado a riposare, se la prossima domenica dovesse essere altrettanto intensa temo di non arrivare a venerdì prossimo.

Ciao a tutti.

Roberto.