Venezia 13 maggio 2012

Domenica scorsa è iniziata una settimana durante la quale la “città più bella del mondo” è stata il palcoscenico per le regate dell’ America’s Cup.

Trovo molto emozionante vedere questi “prodigi della tecnologia velica”, il loro design futuristico, le livree variopinte con i nomi dei ricchissimi sponsor che le reclamizzano, e sullo sfondo le facciate degli antichi palazzi veneziani, che si affacciano sul Bacino San Marco.

Tecnologia, business, sport, arte, storia, …

… Cosa metta assieme tutti questi elementi?

Il Vento, quello cantato dall’indimenticabile “Big Luciano Pavarotti” – La mia canzone al vento

Oppure quello di due giovanissimi: Max Gazzè e Niccolò FabiVento d’estate

Magari il vento socialmente impegnato, quello dove volano le risposte a tutte le domande di Bob DylanBlowing in the wind

O quello che, insieme a Terra e Fuoco, ha ispirato il nome della band di Maurice White: Gli Earth wind & fireSeptember.

Bene avevo molte altre cose da dirvi, e video da proporvi, ma sono volati al vento.

A Venerdì prossimo.

Ciao a tutti.

Roberto.