Mercoledì 26 ho partecipato ad una cena con degli amici. Complimenti alla cuoca!

Quelli che seguono sono alcuni appunti sparsi per non rovinare la serata.

Prima cosa quando arrivate, arrivate o in orario o con un paio di minuti di ritardo. Non fate come ho fatto io che, sbagliando orario, sono arrivato con 15 minuti d’anticipo.

Arrivare in orario vi eviterà di mettere in imbarazzo la vostra ospite, ed eviterà a voi sia la brutta figura che la possibilità di esser reclutati come aiuto cuoco o servitore.

Insomma potrete entrare tranquilli, fare i saluti di rito e pensare che “Già la mensa è preparata”

 

ed evitate i bocconi da gigante ed almeno non fate come il Leporello di Mozart ed offritevi di aprire la porta agli amici, se i padroni di casa hanno qualche piccolo imprevisto in cucina.

Durante la cena, sforzatevi di assaggiare tutto. Sicuramente non ci sarà nulla che non potete mangiare o che non vi piace, questo perché il vostro ospite si sarà informato prima, e con discrezione, su eventuali necessità di cibo o bevande.

Devo dire che ieri sera io sono mancato a questa cosa non assaggiando un piatto. Ma purtroppo il vino mi aveva steso!

 

Durante la cena, aspettate che sia sempre la padrona di casa ad assaggiare la portata, questo come segno di rispetto e poi…perché se la pietanza non è riuscita vene potrete accorgere dalla faccia della padrona di casa.

Al momento dei saluti, saluta sempre prima la padrona di casa e se possibile evitiamo di ammassarci tutti verso la porta d’uscita e che il saluto esprima la vostra voglia di tornare

 

Forse mi sono dilungato un po’ su questa esperienza sinestetica che è la cena, e mi sento un po’ come il grande Kauna

 

Al prossimo venerdì.

Annunci