1982 – Blade Runner


Lunedì ho visto il Presidente della Repubblica rendere omaggio al milite ignoto presso l’altare della Patria, in occasione delle celebrazioni del 4 novembre, per ricordare la fine della Prima Guerra Mondiale e, la giornata dell’unita nazionale e delle forze armate.

Sempre nell’ambito dei festeggiamenti, in occasione della cerimonia di consegna delle decorazioni dell’Ordine Militare d’Italia il Presidente, garante del rispetto della Costituzione e dell’Unità nazionale ha affermato:

[…]
Dobbiamo perciò riporre fiducia e investire in volontà e impegno nelle grandi Organizzazioni Internazionali, le Nazioni Unite, l’Alleanza Atlantica e, come ho detto, per noi italiani ed europei, l’Unione già forte di 27 Stati membri. Esse vanno costantemente migliorate, potenziate e valorizzate, anche nei confronti dell’opinione pubblica
[…]

(Il testo integrale del discorso si trova qui)

Vi ho già espresso tutte le mie perplessità, circa l’attuale assetto dell’ Unione Europea, governata da tecnocrati NON ELETTI “amici” dei banchieri, e sentire le parole che vi ho riferito, pronunciate da un successore del PRESIDENTE Sandro Pertini, mi ha fatto star male.

Poi sono andato su youtube ed ho visto un europarlamentare inglese, Nigel Farage, che è solito accompagnarsi anche con tizii “poco raccomandabili” come: Mario Borghezio e Francesco Speroni due “colonnelli” dell’ex leader della Lega Nord Umberto Bossi (quello che voleva “dividere l’Italia”, consigliava di “buttare il tricolore nel cesso”, ce l’aveva duro ecc…)

Ho visto Nigel Farage intervenire al parlamento europeo e dire questo (attivate i sottotili mi raccomando):

Avete sentito cosa ha detto al “capo dei tecnocrati” il presidente del consiglio europeo Van Rompuy?:

[…]
Lei, un uomo non eletto, è andato in Italia e ha detto: “Questo non è il tempo per fare le elezioni, ma per agire!”.
Cosa, in nome di Dio, le da il diritto di dire una cosa simile al Popolo italiano?
[…]

Vi rendete conto?!?!?!?

Un inglese (di solito i sudditi della Regina Elisabetta ci guardano dall’alto in basso) “amico dei leghisti” (quelli della secessione e del tricolore da buttare nel cesso) ci ha difesi nel parlamento europeo, ha “sbattuto in faccia” all “eurofaraone” la realtà: che NON E’ STATO ELETTO, e non ha il diritto di decidere per il Popolo Italiano!!!!

Lui ci ha difesi!

Mentre il presidente Napolitano ha detto: che l’Unione Europea (governata da tecnocrati, non eletti e amici dei banchieri) è bellissima e che dobbiamo convincerci ancora più di quanto sia buona è giusta!!!”.

Inoltre dopo che lunedì la più alta carica dello stato ci ha indotto a prende atto del fatto che non siamo più una nazione democratica, e dobbiamo essere felici di non esserlo, i senatori hanno deciso che l’inno nazionale deve essere insegnato nelle scuole.

Io comincio subito studiare

Ci vediamo venerdì prossimo.

Ciao a tutti

Roberto.