Craig DavidSeven days

Questa settimana è stata troppo piena

Lunedì
Giornata freddissima, una forte nevicata ha invaso il centro-nord italia, e nonostante fosse stata prevista con largo anticipo ed iniziata alle 10.00 di mattina, al ritorno dal lavoro mi sono fatto 3 (tre) ore di corriera anzichè 50 minuti.
Red Hot Chilli PeppersSnow (Hey Oh)

… poi è successa un’altra cosa “strana” … ma non me la ricordo, si vede che non era poi così importante.

Martedì
Martedì grasso, punto culminante dei festeggiamenti del Carnevale che vede il massimo del suo splendore lungo un immaginario asse che va da Venezia:
Rondò VenezianoOdissea Veneziana

a Rio De Janeiro:
BelliniSamba de Janeiro

Come se non bastasse è iniziato pure il Festival di Sanremo, e siccome siamo nel bel mezzo della campagna elettorale, ne ha fatto le spese il comico Maurizio Crozza contestato perchè parlava di politica.

Mercoledì
E’ iniziata la quaresima, quest’anno siamo tutti chiamati a vivere questo periodo di sofferenza rappresentato anche dalla concomitanza fra il festival di San Remo e la campagna elettorale. Personalmente le notizie dei telegiornali mi provoca la sofferenza dei Battenti di Verbicaro:

ATTENZIONE IL VIDEO MOSTRA IMMAGINI MOLTO FORTI, SE NON VE LA SENTITE EVITATE DI VISUALIZZARLO:
http://www.youtube.com/watch?v=_vwh8KZt1M0

Giovedì
E’ stato un San Valentino di quaresima in campagna elettorale durante San Remo, per trovare un po’ di romanticismo in mezzo a tale strazio sono state necessarie le note dei migliori Dire Straits con Juliet and Romeo

Oggi è venerdì e l’ultimo strazio è questo mio articolo settimanale.

Vi può bastare?

Aspettate adesso mi ricordo cos’è successo lunedì: L’attuale Santo Padre Benedetto XVI ha deciso di rinunciare al suo ministero indicendo un nuovo conclave per l’elezione del suo successore.

Mi risulta che l’ultimo a compiere questa scelta sia stato Papa Celestino V nel 1294, e tale evento è raccontato nel terzo canto dell’Inferno di del sommo poeta Dante Alighieri:

[…]
Poscia ch’io v’ebbi alcun riconosciuto,
vidi e conobbi l’ombra di colui
che fece per viltade il gran rifiuto.
[…]

Sul web ho letto dozzine di commenti su questo evento storico, c’è chi dice che il Papa sia in punto di morte, chi ipotizza che si trovi in mezzo ad una guerra fra diverse fazioni di cardinali e non sia più in grado di gestire la situazione, altri ancora ipotizzano che non si senta più in grado di fermare l’avanzare del NUOVO ORDINE MONDIALE sospinto dai cartelli bancari che stanno tenendo in ostaggio il mondo attraverso le armi della crisi economica.

Io non so se questi commenti siano attendibili o meno, e sono abbastanza stufo di ascoltare i vaneggiamenti dei “vaticanisti dell’ultima ora”.

Visto che siamo (fortunatamente ancora per poco) in clima “sanremese”, voglio provare ad affidarmi ad una delle profezie, dal palcoscenico dell’Ariston, dei Pitura Freska con la loro Papa nero

Ora vi lascio, devo andare a Roma per il conclave, oppure a Salsomaggiore per le eliminatorie di Miss Italia, ma prima passo per San Remo, Venezia e Rio De Janeiro

Ci vediamo venerdì prossimo (spero di non essere ancora per strada).

Ciao a tutti

Roberto.