Il mio euro-scetticismo non credo sia un mistero, se siete fra i pochi che leggono le mie farneticazioni lo avrete già capito.

Trovo che lo spot che la RAI propone, sia quantomeno inopportuno, in quanto messo in onda a ridosso delle imminenti elezioni europee, la cui campagna elettorale potrebbe essere un’occasione democratica per un dibattito libero ed equilibrato su un tema così importante.

Ma ormai l’abitudine di “sentire diverse campane”, sembra diventata abbastanza rara. Quindi è molto meglio spiegare alla gente cosa deve pensare, giusto per rendergli la vita più semplice.

Ma qui siamo dei rivoluzionari e quindi ho deciso di produrre un contro-spot che parla del perchè abbia senso parlare di Europa, sia nel bene che nel male.

Nel 1941 L’Unione Europea è nata come il sogno di due giovani antifascisti. 68 anni dopo, nel 2009 Il Trattato di Lisbona, l’attuale documento fondante della moderna Unione Europea, è stato imposto in barba al pronunciamento dei popoli di: Francia, Lussemburgo e Pasi Bassi che nelle rispettive consultazioni elettorali l’avevano bocciato.

Patti SmithPeople have the power

L’Europa è uno spazio di Pace e Democrazia, e ne ha talmente tante che le esporta con le armi in Iraq, Afghanistan, Libia, ecc…

Vinicio CaposselaLettere di Soldati

Si tratta della democrazia di un esercito di 1700 lobbisti, pasturati con 120 milioni di euro annui, che operano come “consulenti” per le istituzioni europee, garantendo che gli interessi di multinazionali e grandi banche siano sempre ben rappresentati e tenuti in considerazione.

Pink FloydMoney

Nell’Unione Europea la qualità della vita è fra le più alte del mondo. Soprattutto in Grecia!


Vinicio Capossela – Abbandonato

L’Europa ha imparato la sua lezione dalla guerra, infatti ha capito che per conquistatre le nazioni non serve occuparle con le armi, ma privarle della sovranità monetaria e renderle succubi del settore finanziario.

Baustelle – Il liberismo ha i giorni contati

Che ne pensate del mio controspot? vi ha convinto?

Non credo. Sono sicuro che mi considererete un rozzo ignorante neofascista, che si riconosce nella Lega Nord di Matteo Salvini o nei Fratelli d’Italia di Giorgia Meloni. Ma vi assicuro che non è così.

Se ci credete ci vediamo venerdì (oppure martedì) prossimo.

Ciao a tutti.

Roberto.