Se non avete ancora visto il film “Fratello, dove sei?” solo perché c’è George Clooney, sappiate che vi siete persi un gran bel film! Anche perché c’è John Turturro!

Non vi racconto tutta la trama, ma diciamo solo che il film si basa sull’Odissea e sarà divertente scoprire nei personaggi che appariranno lungo il film, il loro corrispondente omerico.

Sicuramente una cosa che vi colpirà durante il film, è una canzone, un classico del country, che qui diventa anche un pezzo stesso della storia: Man of constant sorrow (tradotto: uomo dal dolore costante)

I Soggy bottom boys (letteralmente: ragazzi con il sedere bagnato) sono il gruppo musicale, inventato per un raggiro, che alla fine permetterà ai protagonisti di redimersi proprio grazie a questa canzone:

 

Durante il film, i Soggy, ne interpretano più di una versione, quella “radiofonica” è la seguente:

 

Essendo un classico, questa canzone è stata interpretata da vari personaggi, così, se uno si aspetta di trovare “il vecchi” (per noi italiani) sconosciuto Ralph Stanley, che appena lo vedi ti fa subito America

 

(Nota personale: sì, classe 1927 e nel 2014 è ancora in attività!)

 

Già è più inattesa la versione cantata da Bob Dylan, anche se sembra molto “classica”

 

Mentre la versione di Joan Baez è angelica

 

tanto quanto quella degli Osaka Popstar, è…esagerata e punk!

 

Questi son solo degli spunti, se avete altre versioni da segnalare, mettetele nei commenti.

Al prossimo venerdì.