Alanis Morisette
Thank U

Nel video di apertura, una giovane Alanis Morisette interpreta uno dei suoi singoli di maggiore successo completamente nuda in mezzo al caos di una città metropolitana.

Ora guardate i The Beloved con la loro Sweet Armony

Anche in questo caso l’interprete e le sue bellissime “coriste” sono nudi, ma si tratta di una nudità diversa. Nel secondo video le ragazze sono “vestite” di sensualità, la loro nudità rappresenta quasi una forma di potere, mentre Alanis in giro per la città in mezzo ai passanti in “giacca e cravatta” non risulta per niente provocante ma solo inerme ed indifesa.

Quindi si può essere vestiti anche quando si è nudi.

Ma allora secondo voi si può anche essere nudi quando si è vestiti? Secondo me si e ve lo dimostro.

Come sapete giovedì 12 giugno inizieranno i campionati mondiali di calcio in Brasile

Ma i mondiali ci sono stati anche nel 1974 in Germania

nel 1986 in Messico

e nel 2010 in SudAfrica

Secondo voi per quale motivo vi ho ricordato proprio queste edizioni dei mondiali insieme alle relative finali?

Adesso ve lo spiego: Come sapete appartengo ad una specie di “setta” di appassionati di maglie da calcio, ed il punto di riferimento di tale “setta” è il sito www.passionemaglie.it.

Questa “passione” si estende in generale alle divise delle squadre di calcio. Quindi il motivo per il quale vi ho ricordato la finale dei mondiali del ’74, è che in tale match la squadra di casa si è aggiudicata il titolo vestendo la propria divisa storica composta da maglia bianca con dettagli neri e pantaloncini neri:

Mentre, come ho appreso da passione maglie, i connazionali dei campioni del mondo del ’74, assalteranno la Fifa World Cup vestiti così:

Avete visto?
un completo BIANCO! con una “V” sul petto di diverse gradazioni di rosso!

Ma torniamo a noi, e rivediamo la divisa con la quale Maradona e compagni hanno affrontato la finale dell’edizione ’86 per poi alzare al cielo di Città del Messico l’ambito trofeo:

Anche in questo caso la divisa trasuda storia, maglia a righe verticali bianco celesti (a rappresentare la bandiera nazionale argentina) e pantaloncini NERI.

Mentre se avrete voglia di rimanere alzati fino alla mezzanotte di lunedì 16 giugno probabilmente vedrete Lionel Messi e compagni così:

Anche in questo caso pantaloncini BIANCHI!

Passiamo ora alla Spagna, che nel 2010 si è aggiudicata la finale in Sudafrica ai danni dell’Olanda vestendo la seconda divisa blu, ma scegliendo di indossare la storica maglia rossa e gialla per festeggiare la vittoria. Negli incontri in cui le “furie rosse” hanno potuto vestire la divisa ordinaria (per esempio la seminfinale contro la Germania), il completo era il seguente:

La storica maglia rossa con dettagli gialli e gli altrettanto storici pantaloncini blu (la cui tonalità a dire il vero è cambiata nel tempo)

Mentre in occasione dell’imminente edizione brasiliana della competizione, i detentori difenderanno il titolo con questi colori:

Anche in questo caso i colori storici sono stati abbandonati, il giallo è diventato un color “oro” ed il blu dei calzoncini è scomparso.

Le motivazioni di questi stravolgimenti sembrano dipendere da un certo desiderio di “innovazione” e soprattutto dalla necessita di rispettare i recenti regolamenti della FIFA che tendono a preferire divise “monocolori” per migliorare la visibilità dei giocatori in campo.

Io non sono per niente d’accordo con questi cambiamenti, e la pensano come me anche molti frequentatori di passionemaglie, come potete vedere leggendo i commenti ai seguenti articoli:

http://www.passionemaglie.it/2013/11/maglia-argentina-mondiali-2014-adidas-colori-bandiera-look-moderno/
http://www.passionemaglie.it/2013/11/maglia-germania-mondiali-2014-adidas-addio-ai-calzoncini-neri/
http://www.passionemaglie.it/2013/11/maglia-spagna-mondiali-2014-tutta-rossa-adidas/

Quindi ritengo che alcuni giocatori in Brasile saranno nudi pur essendo vestiti.

Purtroppo il calcio si sta allontanando troppo da questo:

per diventare questo!

A Venerdì prossimo.

Ciao a tutti

Roberto