#IceBucketChallenge

2 commenti

Non vi preoccupate, vista la temperatura media di questa estate, non ho intenzione di chiedere a nessuno di voi di partecipare a questa cosa!

Voglio solo condividere con voi alcune cose che ho letto in giro su Facebook e internet.

In quasi tutti i video che ho visto, in genere i commenti si dividono tra chi è a favore di questa trovata perché sostiene che così si da risalto alla ricerca sulla SLA (che vi ricordo essere la “sclerosi laterale amiotrofica“) e chi critica i partecipanti perché al posto di buttarsi addosso dell’acqua potrebbero mostrare le loro donazioni; naturalmente se queste sono ritenute troppo basse il personaggio dovrà essere criticato aspramente.

Su tutto questo c’è sempre il solito problema: ma quanti soldi stanno racimolando? Funziona come campagna o è diventata solo una pagliacciata che non porta un centesimo alla ricerca?

Tocca ritornare ad ascoltare Moradi, Ruggeri e Tozzi, “Si può dare di più”

 

e non intendo solamente materialmente, ma anche spiritualmente, perché oltre le secchiate d’acqua ci sono persone che stanno morendo per colpa di quella malattia e a queste, noi tutti, dovremmo fare uno sforzo e stare vicini come possiamo.

Per informazioni: http://www.assisla.it/La_SLA.htm

Al prossimo venerdì.

Giusto una curiosità

Lascia un commento

Credo che Fabrizio De André non abbia bisogno di presentazioni: è stato un grande della nostra musica e alcuni suoi motivi musicali sono noti anche fuori dal territorio nostrano.

Un esempio è questo “Il pescatore” riutilizzato come sigla per una specie di sitcome cinese:

 

A leggere i commenti su Youtube, capiamo che il testo, e non poteva che essere così, è completamente diverso e parla d’altro: la tragicità del testo di Faber non credo si possa adattare alle immagini che si vedono nel video. Però devo dire che non mi dispiace il risultato sia perché dimostra (se ce n’era bisogno) la grandezza di Faber, sia perché è un esempio di come (tralasciando il testo) la musica sia un linguaggio universale: musicalmente “Il pescatore” è una canzone molto allegra che nasconde nel testo un assassinio.

Al prossimo venerdì.

Concerto di Bollani al Parco San Giuliano di Mestre 2014-08-08

1 commento

Venerdì scorso mi sono recato a sentire il concerto che Stefano Bollani ha tenuto al Parco San Giuliano di Mestre.

Ve ne voglio parlare.

Altro

In questa estate…

Lascia un commento

…con la pioggia che non smette di inseguirci.

…senza tormentone.

Doveva succedere qualcosa di “caldo” per farci interessare nuovamente alla musica italiana.

Altro

Vincenzo Gasolio

Lascia un commento

Siamo abituali a vederlo duro, inscalfibile, velocissimo letale!

Vincenzo Gasolio, in arte Vin Diesel, non solo sa fare il gigione con la bellona di turno, ma sa anche “cantare”.

 

Beh, forse lamentarsi è un termine migliore, ma comunque lo fa meglio di me!

E devo dire che sarebbe impietoso metterlo a confronto con la versione originale: Sam Smith, “Stay With Me”

 

Al prossimo venerdì.

Ho rimasto solo

Lascia un commento

Molte sono le canzoni che parlano della solitudine.

Altro