Credo che Fabrizio De André non abbia bisogno di presentazioni: è stato un grande della nostra musica e alcuni suoi motivi musicali sono noti anche fuori dal territorio nostrano.

Un esempio è questo “Il pescatore” riutilizzato come sigla per una specie di sitcome cinese:

 

A leggere i commenti su Youtube, capiamo che il testo, e non poteva che essere così, è completamente diverso e parla d’altro: la tragicità del testo di Faber non credo si possa adattare alle immagini che si vedono nel video. Però devo dire che non mi dispiace il risultato sia perché dimostra (se ce n’era bisogno) la grandezza di Faber, sia perché è un esempio di come (tralasciando il testo) la musica sia un linguaggio universale: musicalmente “Il pescatore” è una canzone molto allegra che nasconde nel testo un assassinio.

Al prossimo venerdì.