Il maneki neko è il famoso gatto porta fortuna giapponese.

Per chi non l’avesse mai visto si tratta di questo:

Il mio maneki neko

Il mio maneki neko

e quello della foto è il mio! Con la sua bella zampina che oscilla avanti e indietro.

La tradizione vuole che sia questa statuetta sia ispirata ad un gatto che, in un modo o nell’altro, ha portato fortuna o salvato la vita al proprio padrone o ad una persona.

Probabilmente il mio è fatto in quel posto da cui provengono il 99,99% di tutte le cose del mondo: la Cina.

E se andiamo avanti di questo passo, probabilmente prima o poi ci faranno anche gli italiani…e forse questo pensiero l’ha avuto anche lui: l’eterno secondo a Sanremo, come sottolineano alcuni maligni! Sì, il nostro grande Toto Cutugno che con quella vena di ironia che lo contraddistingue ci regala una versione speciale di una delle sue canzoni più note, “L’italiano”:

 

Ascoltarla in cinese, mi ha fatto un po’ ridere e un po’ piangere.

Ridere perché la trovo un’operazione divertente e poi il video è così smaccatamente “finto” fin dall’inizio che è un piacere vederlo.

Piangere assolutamente non per l’esecuzione, ma perché mi sono reso conto che la frase “un partigiano come presidente” a molti non dirà nulla. Quella che, quando uscì la canzone, era un omaggio alla più alta carica dello stato allora impersonata in Sandro Pertini.

下周五

(Nota personale: secondo Google Translate vuol dire: Al prossimo venerdì.)