Sono sicuro al 100% che lui commenterebbe così!

Da venerdì scorso è ripresa, su RAI 2, una serie che adoro: quella de “L’ispettore Coliandro

mi raccomando “CoLiandro, senza la g”, come sottolinea pure lui!

Il canovaccio di ogni puntata di questa serie è sempre lo stesso:

  1. succede “qualcosa di grosso” in quel di Bologna, città in cui è ambientata la serie.
  2. Coliandro è sempre escluso da quel “qualcosa di grosso”
  3. Appare una donna bellissima legata al fatto importante
  4. Coliandro la incontra e anche se con i colleghi la definisce con aria di superiorità “Scopabile”(perché lui è un uomo duro), alla fine se ne innamora perdutamente.
  5. I colleghi che indagano sul fatto importante, brancolano nel buio.
  6. Coliandro, senza volerlo, risolve il caso…anche se non ci capisce granché!

Condite il tutto con citazioni, più o meno dirette, di film americani, preferibilmente di Harry Callaghan e avrete un piatto che vi delizierà per la durata di circa due ore.

Cosa fate ancora qui? Andate a preparare i pop corn!

Al prossimo venerdì.

Annunci