Da piccolo, quando avevo 11 anni, mi innamorai.

Non era una persona, ma era un film: era Blade Runner.

 

L’inizio di quel film era, ed è, per me una delle cose più belle mai viste in TV (sì, a 11 anni lo vidi per la prima volta in videocassetta). Tutto il film era un’esperienza visiva eccezionale!

La storia la capii solo dopo molti anni: non era, e non è, un film semplice, ma anche a 11 anni, mi colpì il monologo finale dell’androide biondo (così lo identificavo!)

 

L’inizio “ho visto cose” ormai è iconico nella cultura popolare!

Tanto che anche Jovanotti lo cita in una sua canzone “E non hai visto ancora niente”:

 

Musica distorta e alto volume. Citazioni di film e di fatti di “cronaca” e anche di un video di Moby

 

Sostanzialmente è una canzone piuttosto “leggera”: ti fa riflettere ma non tenta di dare nessuna spiegazione, il tutto è lasciato a chi ascolta.

E come in una trama complottista scritta da un illuminato, forse lo stesso Jovanotti?, proprio in questi giorni ho letto che è sicura l’uscita di “Blade Runner 2” e questo mi preoccupa!

Mi preoccupa perché temo che finiranno per rovinare un capolavoro, un film che è bello vedere e rivedere, e di cui c’è sempre qualcosa da scoprire.

Mi preoccupa anche perché è confermato che nel nuovo film sarà presente Dave Bautista.

Speriamo bene, ma la preoccupazione è tante.

Al prossimo venerdì.