Non credo che  il titolo di questo post debba essere spiegato!

Sì, è un chiaro riferimento a quella parte dei genitali maschili che sono, nella maggio parte dei casi, in due!

Antefatto.

Come tutti i consulenti informatici mi devo portare avanti e indietro, ogni giorno, 2 chili di computer. Per farlo uso una borsa pensata per portare i portatili.

Queste borse, prima o poi, sono destinate a rompersi.

Abbiamo quindi il problema di cambiarle.

Questa sera torno a casa e trovo che mi hanno regalato una borsa! Bellissima! Rifinita benissimo! Ma… non è una “porta pc”!

Se la si esamina si scopre che non è imbottita, quindi un eventuale colpo si trasferisce direttamente al portatile: e questo non va bene.

Poi la dimensione dei reparti in cui poter mettere il PC sono troppo strette e alla lunga si finirebbe per rovinare il corpo del PC.

 

Una borsa dice molto di noi, di quello che facciamo e del perché la scegliamo. Dentro c’è un po’ di noi e della nostra vita…

esattamente come canta Noemi, “La borsa di una donna” (2016)

 

E di voi, cosa dice la vostra borsa?

Al prossimo venerdì.