Il 2 giugno del 1946, più del 90% degli italiani avrebbe detto sì.

Per la prima volta votavano anche le donne.

In quei giorni trovare qualcuno che non si fosse recato alle urne, era praticamente impossibile… quasi come oggi trovare qualcuno che va a votare.

Non voglio tornare, anche oggi, sul vecchio discorso che per anni hanno convinto le persone che votare fosse inutile e come (anche) questo ci ha portato alla situazione attuale.

Ad ottobre saremo chiamati ad esprimere il nostro parere attraverso un voto importante.

Quello che spero è che vinca il “Ho votato”.

 

Al prossimo venerdì.