Quest’oggi ho vissuto delle esperienze strane.

Qualche giorno fa rimasi colpito da alcune scene di un documentario su RAI 5. Uno faceva il giro dell’Africa in treno e, durante una delle varie soste, faceva colazione con le giraffe che andavano a rubargli i biscotti dal tavolo.

Quest’oggi mi sono svegliato con in testa una canzone… ed eccole lì le giraffe.

Petite Meller, “Baby love”

 

Il video, mi ha fatto riflettere su come il genere umano riesca a vivere in zone diversissime tra loro.

Mi è venuto spontaneo pensare quanto differente deve essere, non solo il vivere, ma anche lo scorrere del tempo tra un posto come quello del video e una grande città.

Ed un ricordo. Una sensazione. Una canzone che non riuscivo a mettere a fuoco. Ogni volta che pensavo di aver catturato la canzone, questa sfuggiva.

E questa sera, mentre tornavo a casa, ecco l’intervento del E.C.C.O., il Earth Coincidence Control Office (Officio per il controllo delle coincidenze sulla Terra)

Come ipotizzato da John Lilly, le coincidenze che accadono sulla Terra, e anche nell’Universo, sono controllate da delle entità che in una certa misura le regolano.

Ecco, la mia coincidenza, quella che non mi aspettavo e che quindi dimostra che io, come voi lettori, ho ancora molto da imparare prima di definirmi membro effettivo del E.C.C.O., è stata la coincidenza di accendere la radio e ascoltare la canzone che cercavo! Semplicemente incredibile!

Mattafix, “Big city life”

 

E voi, quali coincidenze avete fatto accadere con l’aiuto del E.C.C.O. ?

 

Al prossimo venerdì.