Oggi è il 2 Giugno.

Non voglio lessarvi le palle (cit. Moni Ovadia) col ricordarvi che cos’è la Repubblica, che cos’è l’Italia o col farvi una lezione di storia o parlare di politica.

Voglio, naturalmente, augurare un buon 2 Giugno, una buona festa, e sperare che gli italiani, tutti, inizino nuovamente ad amare questo Paese a rispettare i politici ma a criticarli aspramente quando se lo meritano senza il filtro dell’appartenenza al partito o al movimento.

 

Al prossimo venerdì.

Annunci