Già! Sono appena tornato dal dentista…

Una delle cose che mi aiuta a sopportare il tempo speso sul lettino, è la musica.

Sì lo so che sembra una cosa banale, ma mentre siete lì con due persone che vi rovistano in bocca e una luce accecante puntata sul viso l’unica cosa che potete fare è ascoltare la musica.

Questa sera sono stato fortunato. Abbiamo iniziato con Mina, “Amor mio”

 

che è durata giusto il tempo di fare l’anestesia e di iniziare ad avere la strana sensazione che metà faccia abbia iniziato un proprio movimento secessionista.

Seguita da un DallaDe Gregori con “Banana Republic”

 

in cui le diverse velocità dei trapani non stavano per nulla male. Chissà, se fosse ancora vivo, magari Dalla c’avrebbe giocato con un’idea del genere.

Poi, classicone, “Anna e Marco” canticchiata anche dal dentista

 

canzone che ogni volta mi fa pensare a quante Anna e Marco si sono messi assieme solo perché si riconoscevano in questa canzone.

E poi un altro classico “Generale”

 

a questo punto non sono riuscito ad ascoltare più nulla concentrato com’ero sul “lavoro” che stavo subendo.

Ricordo però la musica che mi ha accompagnato all’uscita

Venditti con “Nata sotto il segno dei pesci”

Al prossimo venerdì.

Annunci