Ebbe sì: ho fatto l’acquisto…e in versione deluxe!

La versione in 8 CD del cofanetto si presenta in una mastodontica custodia-libro di 80 pagine con i CD custoditi alla fine tra 8 pagine di spessissimo cartone.

Il libro è un susseguirsi di foto dell’avvocato Paolo Conte e ne ripercorrono la carriera. Ogni tanto in una foto appare la citazione di una frase delle sue canzoni.

Custodia pesantissima e quindi impossibile da portasi in giro… ma come sempre il salvataggio delle canzoni in MP3 è d’obbligo.

Parliamo dei pezzi presenti.

Come in ogni raccolta c’è di tutto e la versione estesa rende difficile non trovare il pezzo che amate; cosa che sicuramente più probabile con la versione in 4 CD. Anche perché in entrambe le versioni l’ultimo CD è di versioni speciali: cover e duetti.

Butto lì una rapida lista dei pezzi presenti, creando così una piccola playlist, una sorta di raccolta della raccolta.

“Sotto le stelle del jazz”

 

“Gli impermeabili”

 

“Galosce selvagge”

 

“Via con me”

 

“Sijmadicandhapajiie”

 

(Nota personale: che vi ricordo, il significato di Sijmadicandhapajiie è “Siamo dei cani da pagliaio”, un detto delle parti di Conte che ha il significato di “siamo delle persone che hanno pochi interessi” o “che non escono mai dalla propria ristretta cerchia di conoscenze ed attività”, persone “per cui le arti stan nei musei”)

“Aguaplano”

 

“Bamboolah”

 

“Sparring partner”

 

(Nota personale: anche se queste due canzoni non sono legate tra loro in nessun modo, mi piace pensare, un po’ tocco di amarezza, che lo sparring partner sia lo stesso che canta per la bamboolah, che lo ha lasciato o respinto)

“Un fachiro al cinema”

 

(Nota personale: e naturalmente la bamboolah e lo sparring partner non si sono incontrati in modo normale. Penso che si sono incontrati in un cinema e che lui si rimasto ammagliato dalla sua bellezza accarezzata dalla luce blue dello schermo. Quasi lo vedo contorcersi al suo posto solo per vedere meglio lei!)

“Luna di marmellata”

 

(Nota personale: e magari la loro storia d’amore non è altro che una fuga dai loro matrimoni ormai stanchi, una storia che è solo un sorriso d’amore)

 

E concludiamo con qualche cover.

“Via con me”, cantata da Benigni

 

“Un vecchio errore”, Stadio

 

“Onda su onda”, Bruno Lauzi

 

“Bartali”, Jannacci

 

“Don’t break my heart”, Miriam Makeba e Dizzy Gillespie

 

E ora i voti.

Musica e testi: 8
Stiamo parlando di Paolo Conte. Credo basti dire questo. E poi il CD di cover presenta delle curiosità, che qui non vi ho riportato volutamente. Ecco, magari la versione con “solo” 4 CD è più limitata e quindi il voto dovrebbe scendere a dal 6 al 7.

Packaging: 6 e mezzo
Enorme, bello, impossibile da portare fuori casa. È un pezzo d’arredamento.

In definitiva:
se amate Conte fatevi questo regalo e non ve ne pentirete. La versione in 4 CD è consigliata ma rischia di essere solo un’altra raccolta.

 

Al prossimo venerdì.

Annunci