StingSeven days


-7

Mancano 7 giorni.

Dai! non ditemi che non avete capito di cosa parlo!

Se anche così fosse non dovete aspettare molto.

Nell’attesa parliamo un po’ di un argomento che mi sta tormentando da più di un anno.

Ovvero la crisi economica e l’operato dell’attuale governo del nostro paese.

Qualcuno potrebbe pensare che, con la caduta del govero Monti, sia finisca qualcosa.

Io non ci credo.

Berlusconi dopo aver provocato la caduta di questo governo, si dichiara disponibile a “candidarlo” come premier della proprioa colizione (MA ALLORA PERCHE’ DIAVOLO LO HA FATTO CADERE!!!)

Bersani (che secondo me sarà il prossimo presidente del Consiglio dei Ministri), come tutti i candidati alle primarie, aveva preventivamente “giurato fedeltà” all’agenda Monti

Questo significa che il prossimo Parlamento legittimerà un esecutivo fotocopia di quello attuale.

A questo punto possiamo aiutare il futuro premier a scegliersi i ministri.

Monti secondo me, nel programmare l’attività del proprio governo, si è molto ispirato a George Orwell ed il suo romanzo 1984, basando la sua azione sui tre pilastri del socing:

  • L’ignoranza è forza
  • La guerra è pace
  • La libertà è schiavitù

A questo punto, Bersani o chi per esso, potrebbero ispirarsi, per la scelta di alcuni dei propri ministri e per lo stile dell’azione governativa, ai vari registi del film: “Signore e signori buona notte” (film di cui vi ho parlato anche la settima scorsa):

Ministero della Giustizia:

(un ministero della giustizia del genere piacerebbe molto anche a Berlusconi)

Ministero della difesa:

Ministero del Lavoro e delle politiche sociali:

(Nel caso la Fornero non riuscisse a completare il suo disegno nei pochi giorni che le rimangono da Ministra)

Che ne dite? vi sembrano delle buone scelte?

Alla fine sono convinto che, si sia deciso di “… cambiare tutto per non cambiare nulla …” prendendo in prestito una citazione dal romanzo di Giuseppe Tommasi di Lampedusa: Il Gattopardo

Quindi, a questo punto tanto vale “ballarci sopra” e goderci il valzer dalla versione cinematografica del romanzo.

A forza di seguire tutti giri di valzer inizia a girarmi anche la testa! megliò così lo stordimento che ne deriva è l’unico modo per accettare la situazione.

A Venerdì prossimo.

Ciao a tutti.

Roberto

Advertisements